INTERVISTA

Internet inquina? Ecco Easy Travel Hosting

green computing

Internet inquina?

É risaputo che Internet faccia parte della nostra quotidianità, chi più chi meno tutti lo utilizziamo tante volte ogni giorno.
Ma la domanda che sorge spontanea è: ma usando Internet non si contribuisce all’inquinamento globale? La risposta purtroppo è SÌ: inquina e parecchio.
Inviare e ricevere e-mail, fare ricerche su Google, postare sulle piattaforme social quali Instagram e Facebook, ad esempio, tutto ciò purtroppo contribuisce al cambiamento climatico.


In che modo esso contribuisce al cambiamento climatico?

Si pensa sempre che Internet sia una cosa intangibile, eterea ed astratta, ma in verità non è così: l’energia che esso consuma è reale ed è tanta. Per poter funzionare, Internet si collega a dei server, i quali ovviamente consumano parecchia energia e praticamente sempre non rinnovabile.
Effettivamente è un serio problema al quale molti non fanno caso.

Tutti sappiamo che le auto e le fabbriche inquinano, ma forse non tutti sanno che:

  • Internet inquina quanto Hong Kong, Singapore, Filippine, Bangladesh, Sri Lanka e Mongolia messi insieme;
  • Internet inquina come se il vulcano islandese Eyjafjallajökull eruttasse ininterrottamente per 5 anni e mezzo.

Quindi il problema dell’inquinamento dovuto al web finora è troppo trascurato.


Easy Travel Hosting: web hosting green

easy travel hosting

Dato che per noi blogger è fondamentale avere un sito internet, la possibilità di farlo in modo ecosostenibile è più che mai importante al giorno d’oggi.
Per questi motivi ci siamo rivolti volentieri a Easy Travel Hosting (cliccare sul link per accedere al loro sito web), che è una società di web hosting ecologica specializzata in blog di viaggi creata da due nomadi digitali italiani Giorgio e Michele, la cui sede di Londra utilizza energia 100% rinnovabile.

La Mission di Easy Travel Hosting – in quanto membro della Green Web Foundation, un’organizzazione senza fini di lucro – è quella di rendere il web il più pulito possibile nell’ottica di una svolta sempre più green e di rendere sempre più consapevoli del fatto che Internet inquina molto.

Infine, Easy Travel Hosting essendo molto attento alle tematiche ambientali e alle politiche sempre più green, supporta la riforestazione in Guatemala: quindi, per ogni hosting acquistato, viene piantato un albero nella giungla guatemalteca presso la Finca Ixobel.
Ciò, oltre a frenare gli effetti del cambiamento climatico globale, permette di aiutare molte specie di fauna selvatica che dipendono dagli alberi per il loro habitat.
Il nostro blog ha adottato un cedro presso la Finca Ixobel.

certificato albero easy travel hosting

Siamo stati contattati da Easy Travel Hosting per un’intervista sul nostro blog green.
Qui di seguito viene riportato uno stralcio dell’intervista concessa:

Ciao Silvia e Michele, benvenuti ad Easy Travel Hosting! Autori del sito Go Verona, oggi parleremo di questa bellissima città. Siete nati qui o avete deciso di viverci o vivete da tutt’altra parte?

Grazie e ciao a tutte e tutti!
Ciao
Butei e Butele (“ragazzi e ragazze” in veronese)!

Siamo Silvia e Michele, compagni di vita e di viaggio, nati tutti e due a Verona e veronesi purosangue.
Abbiamo pensato di creare questo Destination Blog (in realtà Silvia è l’ideatrice di tutto) per il luogo in cui viviamo: questo blog racconta i luoghi, le tradizioni, le particolarità del territorio e le specialità gastronomiche.
Lo scopo del nostro blog è aiutare i turisti e coloro che volessero visitare ed esplorare Verona ad esplorarla meglio, trovare i lati più nascosti e affascinanti di Verona, diverse viste panoramiche e dare dei consigli su itinerari a piedi.
Silvia ha deciso di “riscoprire” da un’ottica diversa la propria amata città ed è per questo che ha deciso di creare questo blog insolito, in modo tale da far vedere Verona da una diversa prospettiva e non secondo i soliti canoni dettati da altre fonti di informazione.
Michele ha accettato di collaborare alla realizzazione del blog e si diverte anche a fare il turista a casa propria ed a esplorarla meglio come non aveva mai fatto prima d’ora.

Leggi l’intervista completa

Ti potrebbe interessare questo articolo “Chi siamo“.